Piano casa: gli interventi

Piano casa: Di Benedetto, PD ha migliorato legge, nel centrodestra delusione per mancato inserimento di sanatorie e premi ad abusivi

“Grazie al PD questa legge è stata migliorata, abbiamo impedito che fossero inserite norme devastanti per il territorio: lo scontento di buona parte del centrodestra è dovuto proprio alla mancata approvazione di sanatorie e premi agli abusivi”. Lo ha detto Giacomo Di Benedetto, deputato del PD, intervenendo in aula nel dibattito sul voto finale sul Piano casa.

“Certo – ha aggiunto – ci sono norme che non mi piacciono, come quella sui parcheggi sotterranei o la possibilità di ampliamento anche per edifici che non sono ad uso abitativo. Comunque condivido la scelta politica del mio partito di votare a favore di una legge che, anche se non è la migliore possibile, è un buon provvedimento”.
Piano Casa, Mpa: “Legge significativa ed innovativa”

“Innovatività, prospettive di autosufficienza energetica, sostegno al comparto edilizio, opportunita’ per le famiglie di migliorare la qualita’ della vita. Queste le caratteristiche di una legge sofferta, che abbiamo fortemente voluto, e che abbiamo salvato  da molte provocazioni”.
Lo afferma il capogruppo del Movimento per le Autonomie all’Assemblea regionale Siciliana  Francesco Musotto.
“Sappiamo bene che questa norma e’ perfettibile, perche’ vecchi sono gli strumenti urbanistici in vigore, ma sottolineiamo comunque che si tratta di una legge significativa”.
“Riteniamo sia una legge seria, che risponde alle necessità del territorio, rigida e senza maglie, in quanto abbiamo salvato i centri storici, rinviato la delocalizzazione, valutato il caso cooperative con grande coscienza. Abbiamo certamente la consapevolezza che l’Isola necessita di un nuovo testo, al quale rinvieremo, con il consenso dell’aula, tutte le opportune valutazioni tecniche non rientrate in questa occasione”.