È di nuovo emergenza rifiuti. Lavoratori in sciopero ad oltranza

I lavoratori delle aziende che si occupano della raccolta dei rifiuti sono di nuovo sul piede di guerra.

Da ieri, infatti, con qualche giorno di anticipo rispetto a quanto deciso dai sindacati, hanno incrociato le braccia ed hanno proclamato uno sciopero ad oltranza sospendendo immediatamente le operazioni di raccolta dei rifiuti e di trasferendo, in segno di protesta, tutti i mezzi davanti la sede della GESA ritenuta responsabile della mancata corresponsione degli stipendi di gennaio e febbraio.

I cassonetti intanto cominciano a traboccare di rifiuti e si prospettano tempi difficili considerato che non si sa quando la situazione tornerà alla normalità.