Pallamano, la Girgenti cede le armi con onore a Trieste

Resa con onore per la Sicily Food – Pallamano Girgenti contro il fortissimo Trieste. I padroni di casa hanno vinto 28 – 22, ma hanno dovuto sudare più del previsto per battere un mai dopo Girgenti. I biancoazzurri sono usciti a testa alta dal palasport triestino, giocando per buoni tratti del match alla pari con la seconda forza del campionato di A1.

La sconfitta non compromette più di tanto il cammino verso la salvezza. La Sicily Food – Pallamano Girgenti è una squadra viva e lotterà fino all’ultima giornata per conquistare la permanenza nel torneo. Contro Trieste, Radic e compagni partono subito forte e conducono prima 1-2; poi 2-3 e infine 3-4.

Nei primi dieci minuti il Girgenti detta legge. Poi il Trieste cresce, attacca con maggiore determinazione, difende con grande intensità e opera il definitivo sorpasso. I fuoriclasse Ionescu, Nadoh e Visentin hanno la meglio sulla difesa agrigentina ed il match prende la direzione di Trieste.

Il primo tempo termina 16-9 per i padroni di casa. La ripresa è bella ed avvincente con molte reti di pregevole fattura. La Sicily Food – Pallamano Girgenti tiene testa al quotato avversario, ma si deve arrendere nei minuti finali. A cento secondi dal fischio finale, il Girgenti è sotto 26 – 22 con la realizzazione del capitano Maurizio Camilleri. Il Trieste amministra il vantaggio e conquista i tre punti. Sabato prossimo la Sicily Food – Pallamano Girgenti affronterà in casa alle 18,30, al Palagiglia di Favara, il Pressano. Il match mette in palio punti salvezza.