Favara, studenti pendolari protestano con la Sais. Il sindaco Russello diffida la società

Favara3Ancora una volta, sono  pervenute al sindaco di Favara Domenico Russello, segnalazioni di gravi disservizi nel trasporto degli alunni pendolari (tratta Favara/Agrigento), ma stavolta  queste  ultime pervengono direttamente da parte degli stessi studenti pendolari stanchi di un servizio precario, squallido e pericoloso.
Segnalano  in particolare la non tollerabilità, mezzi vecchi e pericolosi e la mancata fermata dei bus con conseguente assenza e/o ritardi degli studenti nell’orario di arrivo a scuola, ed ancor più grave la presenza di  autobus  strapieni senza possibilità di posti a sedere, con la pregiudiziale di grave pericolo per la incolumità dei ragazzi.
Per questo motivi, il sindaco ha inviato una diffida alla Sais Trasporti, ditta che gestisce la tratta incriminata, a voler provvedere con urgenza alla immediata regolarizzazione del  servizio ed al rispetto del contratto,  garantendo il rispetto sia dell’orario di partenza da Favara che dell’orario di arrivo a scuola per tutti i pendolari, mettendoli così nelle condizioni di entrare a scuola nel rispetto dell’orario di inizio delle lezioni (ore 8,00) e soprattutto di assicurare i posti a sedere per la sicurezza degli studenti.
“In caso di reiterata inadempienza ci avvarremo del trattenimento delle spettanze, senza alcuna ulteriore tolleranza con l’aggravante di possibile eventuale conseguente denuncia per interruzione
di pubblico servizio” scrive nella diffida Russello.
“La nostra amministrazione – conclude – non intende accettare ulteriori giustificazioni ne tantomeno ricevere segnalazioni similari a quelle di oggi”.