Montecitorio, blitz della Lega Nord. Cancellati gli Ato rifiuti e idrici

montecitorioLa Camera dei deputati ha approvato la soppressione degli Ato rifiuti e degli Ato idrici.
La Lega Nord, presentando un emendamento “comma quinquies all’art. 1” del Decrto Legge n. 2 del 25 gennaio 2010, titolato “interventi urgenti per enti locali e regioni”, ha eliminato le grandi società d’acqua e di rifiuti.

Una novità legislativa che interessa tuttta l’Italia ed in particolare la Sicilia.
La Lega, ha beneficiato dei voti di tutta la maggioranza che distrattamente, o forse inconsapevolmente, ha votato compatta.
Nella specifico, è stato abrogato il Decreto Legislativo 152/06, che prevedeva un sistema di gestione fondato sugli Ato.
In alcune regioni del Nord, questo sistema è risultato virtuoso, mentre nelle regioni del Sud ha prodotto illegalità e gli Ato sono stati trasformati in “postifici”.
Per quanto riguarda la gestione delle acque, verranno eliminati i nove Ato idrici siciliani, come la “Girgenti Acque” di Agrigento, la “Acque Potabili Siciliane” di Palermo, e così via.
Dunque, da oggi, saranno le regioni a decidere, con legge propria, le forme e le modalità organizzative del servizio di erogazione dell’acqua e di raccolta e smaltimento rifiuti.