Bosco: La politica lavori per la “Rinascita di Favara”.

Sicuramente la recente tragedia, che ha colpito la nostra città, ha determinato in tutti noi un rinnovato spirito politico che oggi ci vede, più che mai, protagonisti nel dare il nostro fattivo contributo alla “RINASCITA DI FAVARA”.

Le continue ed estenuanti schermaglie politiche, che vedono impegnati i diversi schieramenti partitici, sulla composizione della Giunta Comunale, oggi, a mio avviso devono essere accantonati, per potere, tutti assieme, affrontare le emergenze che attanagliano la popolazione Favarese, sempre più alle prese con una disoccupazione dilagante, specialmente quella giovanile, l’invivibilità del centro storico e il degrado urbano complessivo della città.

Ecco perchè, oggi, chiedo di invertire ” la rotta politica” e di uscire dalla anomalia della “confusione politica” che ha contrassegnato questa Amministrazione.

Sono convinto, infatti, che questo scorcio di Legislatura debba essere caratterizzato da un impegno complessivo della politica,  delle Istituzioni, delle Forze Sociali e Imprenditoriali che, raccogliendo l’appello della Chiesa  a lavorare per il Bene Comune, sinergicamente riescano ad attenzionare concretamente i problemi del  popolo Favarese.

Auspico, quindi, uno scatto di orgoglio alla politica: di mettere da parte ogni indugio e di abbandonare la linea della ricerca esasperata di poltrone; per fare prevalere, invece, l’interesse collettivo attraverso la formazione di una ” Giunta di Salute Pubblica” in grado  di coinvolgere l’intero Consiglio Comunale, le Forze Sociali, e Imprenditoriali della città, per riuscire a dare finalmente segnali visibili   sulle vere emergenze: lavoro, centro storico, qualità della vita e legalità.

Su questo progetto, così come ho sempre fatto nel passato, sarò presente e partecipe, assieme a tutti gli  altri che lo vorranno, per riuscire finalmente a misurare l’impegno per Favara, non su sterili promesse, ma per dare soluzioni, rapide e concrete, alla popolazione.