Ribera, nasce un centro sociale diurno per anziano

ribera1L’istituzione a Ribera di un centro sociale diurno per anziani è stato il tema della riunione che si è svolta giovedì mattina presso la sala giunta del comune crispino. Vi hanno preso parte i componenti della Consulta della Terza Età, tra i quali la prof.ssa Giuseppina Pandolfi, presidente della Consulta stessa, ed i rappresentanti sindacali e delle organizzazioni che a vario titolo si occupano di problematiche degli anziani. Presenti anche il commissario straordinario del comune di Ribera, Girolamo Ganci, il dirigente comunale del settore servizi finanziari, Raffaele Gallo, e l’onorevole Santo Tortorici.

Nel corso della riunione si è discusso del  regolamento istitutivo del Centro sociale diurno per anziani. Unanime il giudizio positivo espresso dai presenti favorevoli all’istituzione del Centro, considerata la notevole valenza sociale dello stesso che può contribuire alla sviluppo di una nuova cultura della vecchiaia attraverso le varie iniziative e progetti in grado di valorizzare e stimolare l’autonomia personale, il benessere psico-fisico e l’impegno sociale degli anziani.

Si prevede la costituzione di un apposito comitato di gestione che lavorerà in collaborazione con gli uffici del Comune allo scopo di coordinare le varie iniziative a sfondo culturale, ricreativo e sociale, che saranno organizzate in favore degli anziani. Sulla base dei positivi riscontri e dei suggerimenti emersi nel corso della riunione, il Commissario Straordinario Girolamo Ganci avrà il compito di modificare alcune parti del regolamento di base istitutivo del Centro sociale diurno per anziani, prima di approvarlo in via definitiva. Santo Tortorici, ex sindaco della città crispina, ha chiesto che il Centro Sociale per anziani venga inaugurato nel più breve tempo possibile, prima delle elezioni amministrative di fine maggio, in modo da spogliarlo di qualsiasi connotazione politica.