Dimissioni Truglio, sindacati esprimono preoccupazione

truglioLa CGIL, CISL e UIL esprimono profonda preoccupazione per quanto sta succedendo nella Società d’Ambito GE.S.A. AG 2.

“Con le dimissioni dell’Amministratore Unico Avv. Truglio – scrivono in una nota i diffusa congiuntamente dai tre sindacati – la Società rischia di ritornare indietro anni luce rispetto alle  importanti novità che ha apportato sia, nell’organizzazione del lavoro, ottimizzando le risorse umane sia, rispetto al tentativo di risanamento della Società, con importanti tagli a sprechi e costi di carattere generale di cui evidentemente l’azienda può farne a meno.

Il suo operato – si legge nella nota –  ha trasmesso fiducia alle banche che dovrebbero contribuire al finanziamento della Società ed  al mondo delle imprese, perennemente in affanno per i ritardi nei pagamenti e di conseguenza nei confronti dei lavoratori.

In tutta questa confusione rimane il dato certo che a causa delle dimissioni viene meno il finanziamento di una banca facendo saltare l’impegno della GESA  di pagare gli stipendi del mese di gennaio annunciato per il giorno 05 marzo, quindi si avvicina lo spettro di ritornare con le strade piene d’immondizia a causa dello sciopero dei lavoratori previsto per il giorno 12 marzo.

Pertanto, invitiamo i sindaci a provvedere con urgenza ad una soluzione di questa crisi, con la speranza  che nessuno si assuma la responsabilità più o meno consapevole di ritornare indietro con lotte politiche intestine che porterebbero ad un fallimento certo della società lasciando 19 comuni  in mezzo ai rifiuti” conclude la nota a firma di Buscemi, Stella e Manganella.