Efficienza energetica. Il Molise approva legge

La Regione Molise ha approvato in via definitiva la Legge regionale n° 2 del 22 gennaio 2010 recante “Misure in materia di inquinamento luminoso”, contenenti i parametri illuminotecnici di energy saving e corretto uso della luce esterna in piena linea con i migliori standards della sostenibilità sostenuti oggi in ambito internazionale.

La normativa è iniziata per merito del Consigliere Massimiliano Scarabeo il quale ha attentamente recepito gli indirizzi promossi in questi ultimi anni dall’UNESCO e grazie alla collaborazione con l’Associazione nazionale Cielobuio specializzata in materia, da oggi in Molise sono fissati i tempi per il recupero dei valori storici e culturali dell’astronomia contestualmente alla necessità di ridurre i consumi energetici e i costi dell’illuminazione, in una più ampia ottica che comprende il recupero dei valori ambientali del paesaggio rurale ed urbano oltre al miglioramento della qualità dell’illuminazione per garantire la sicurezza.

Così il Molise si inserisce nel contesto delle migliori leggi italiane a “Zero emissioni” in materia di inquinamento luminoso, abbattendo i confini amministrativi a vantaggio anche degli operatori del settore che possono riconoscersi in una normativa tecnica auto-applicativa di riferimento, univoca oramai presente su quasi tutto il territorio nazionale, con molteplici benefici sociali.

Rispetto ad altre realtà italiane, il Molise si presenta poco antropizzato e la presenza di soli due poli industriali di un certo rilievo è uno dei motivi della discreta conservazione del cielo stellato soprattutto nella porzione montana coincidente con la provincia di Isernia. Tuttavia la vulnerabilità alle dispersioni luminose provenienti dalle regioni contigue e la tendenza recente all’impiego di grandi potenze anche in piccoli contesti urbani ha innescato un processo di deterioramento dell’ambiente notturno che si è mostrato in tutta la sua evidenza.