Sciacca. Lavori per ottimizzazione rete idrica, impresa da giovedì in via Morandi

Il sindaco Vito Bono
Il sindaco Vito Bono

Il sindaco di Sciacca Vito Bono e il vicesindaco e assessore alla Polizia Municipale Carmelo Brunetto rendono noto che questo fine settimana i lavori previsti nel progetto di “ottimizzazione e ammodernamento della rete idrica” interesseranno anche la Via Rodolfo Morandi. Da giovedì prossimo, 4 marzo 2010, per consentire agli operai dell’impresa di operare in sicurezza, la strada sarà interdetta al traffico veicolare, nel tratto compreso da piazza Don Luigi Sturzo (Porta Palermo) fino all’incrocio con Via De Gasperi. Gli operai dell’impresa IdroSciacca 2009 lavoreranno con automezzi per effettuare uno scavo lungo la via, rimuovere la vecchia e fatiscente condotta dell’acqua e sostituirla con una nuova e moderna tubazione. L’impresa, oltre a collocare la conduttura principale, realizzerà anche i nuovi allacci alle varie utenze.

Il sindaco Vito Bono e l’assessore alla Polizia Municipale Carmelo Brunetto ribadiscono che si tratta di opere fondamentali, programmate da tempo per risolvere i problemi idrici della città ed evitare in futuro il ripetersi di continue rotture e inquinamenti da perdite fognarie.
L’Amministrazione comunale che, con i propri uffici sta seguendo l’esecuzione di tutti i lavori, chiede ai cittadini di avere pazienza e di collaborare. La necessaria chiusura delle strade interessate dai lavori, evidenziano il sindaco Vito Bono e il Vicesindaco Carmelo Brunetto, arrecherà inevitabilmente dei disagi alla circolazione veicolare. Ma mentre i disagi saranno limitati nel tempo, i benefici derivanti dall’ammodernamento del sistema idrico apporteranno ai cittadini enormi benefici nel prossimo futuro.
I lavori, nel centro abitato, sono iniziati lo scorso ottobre dal quartiere di San Michele dove si continua a operare. L’impresa lavora con quattro distinte squadre di operai. I lavori hanno interessato, tra l’altro, la via Scaglione, Corso Tommaso Fazello, Rione Sant’Onofrio, Via Tripoli e Via Cronio dove si sta effettuando il ripristino della strada. Si calcola che già sono stati collocati
nel centro abitato circa 3 mila metri di nuova tubazione che si aggiungono ai circa 8 mila metri di condotte adduttrici già collocate all’esterno del centro abitato dalle sorgenti minori verso monte Cronio.