Campobello. Proposta di delibera sul contenimento della spesa del personale

I Consiglieri comunali Giuseppe Sferrazza e Giovanni Picone del PD di Campobello di Licata alcuni giorni fa hanno presentato una proposta di delibera consiliare con oggetto l’atto di indirizzo del Consiglio Comunale quale risposta alla deliberazione della Corte dei Conti notificata al Comune di Campobello di Licata in merito  alla “misure necessarie correttive” che il Comune deve adottare in merito al contenimento della spesa del personale.

I consiglieri chiedono all’Amministrazione attiva prima di procedere alla modifica della dotazione organica di effettuare uno studio organizzativo sul personale, visto che il precedente risale al 1997, e di astenersi, nelle more dell’approvazione del bilancio di previsione 2010, dal compiere qualsiasi atto amministrativo che comporti nuovi potenziali impegni di spesa per il personale ed in caso contrario a revocare gli atti compiuti.

“Si è appreso – dicono Sferrazza e Picone – che il Sindaco intende dividere in due un settore per attribuire due nuove posizioni organizzative, con relativi responsabili, senza adeguate motivazioni, così come si è appreso che è sua intenzione aumentare l’orario di lavoro ad alcune categorie di lavoratori, ex precari, a discapito di altre categorie di precari.
Su questi temi il PD si batterà in Consiglio comunale anche perché questi provvedimenti creano una disparità di trattamento per i precari in forza al Comune ed inoltre la moltiplicazione dei settori, così come sta avvenendo, evidenzia l’incapacità dell’Amministrazione comunale a riorganizzare i servizi all’interno dell’Ente, causando di fatto tra i dipendenti malumori, gelosie e perdita di motivazioni”.