Situazione della viabilità in Via Mastroianni

Gentile Direttore, mi associo e, contemporaneamente,ringrazio la sua testata per l’interesse dimostrato alla questione sollevata da Alfonso Sacco, pubblicando la sua lettera.

Alle rimostranze esposte da Alfonso Sacco aggiungo le mie e, senza ombra di dubbio, quelle degli abitanti di tutta la zona.

Premesso che la zona interessata alla segnalazione e quella limitrofa alla Scuola XI settembre, di recente denominata  – (pur non essendone il legittimo proprietario, in quanto non è stata espropriata) – dall’Amministrazione Comunale Via Marcello Mastroianni.Tale Via M. Mastroianni è la prosecuzione della Via Vittorio De Sica.

Colgo l’occasione per fare presente che l’amministrazione comunale, in tutte le sue istanze, – in via ufficiale e per le c.d. vie brevi – è stata, ed è continuamente, sollecitata per la soluzione del problema, che in prima battuta vedrebbe quantomeno l’asfaltatura delle strade. Non va trascurato un altro aspetto, non meno importante, che è quello relativo alla sicurezza. Infatti nel tratto finale di Via Vittorio De Sica, la strada, in curva, è stata irresponsabilmente ristretta, per la costruzione di un nuovo fabbricato.

In corrispondenza di tale punto, specialmente durante gli orari di inizio e fine attività scolastica, il traffico automobilistico si fa intenso e  talvolta veloce, oltre i limiti consentiti, sia dal codice della strada che dal comune buon senso.

Si  corre, quindi,  seriamente il rischio di incorrere in incidenti fra autovetture; ma la cosa più grave è che, mancando del tutto i marciapiedi,  si rischia concretamente di investire i ragazzini che si recano a piedi a scuola.

Non voglio, in questa sede, dilungarmi oltre.

La invito,se lo ritiene opportuno,allo scopo di dare la necessaria visibilità alla questione, a contattarmi, affinché possa illustrarle anche altri aspetti negativi della zona.

La ringrazio ancora per la disponibilità manifestata.

Cordiali saluti.

Giuseppe Argento