Raffadali, il PD attacca l’Amministrazione

Riceviamo e pubblichiamo

Il  Coordinamento Comunale del Partito Democratico di Raffadali, esaminata la situazione politica locale, ha rilevato la grave crisi in cui versa l’Amministrazione Comunale, che non riesce a rispondere positivamente a nessuna delle esigenze del Paese: le strade sono piene di buche, causando disagi e pericoli per la circolazione; gli edifici scolastici versano in uno stato di totale abbandono: nella Scuola Elementare ״ Rodari״ e nella Scuola Media ״ G.Galilei״ ci sono infiltrazioni di acqua piovana che procurano disagi e che spesso impediscono il normale svolgimento delle lezioni; la ״ sbandierata circonvallazione״, costruita male ed in difformità ai normali parametri tecnici, spesso risulta chiusa al traffico e non è utilizzabile dai mezzi pesanti; molti dei servizi socio-assistenziali sono stati annullati e i pochi rimasti sono gestiti male; il Villaggio della Gioventù è in totale abbandono; la stessa Amministrazione Comunale è in crisi e allo sbando.

Il Sindaco, circa un mese fa, per ragioni di equilibri di potere, ha azzerato la Giunta ed, ancora, non ha risolto la crisi. Le dimissioni di due dei tre Revisori dei Conti inducono a pensare che ci sia poco chiarezza nei conti del Comune (ricordiamo che pochi mesi fa non è stato pagato regolarmente lo stipendio agli impiegati comunali).

Gli unici provvedimenti, alcuni dei quali illegittimi, emanati dal Sindaco e dall’Amministrazione Comunale, hanno un sapore schiettamente clientelare e denotano una certa arroganza.

Per esempio׃ il parcheggio riservato agli assessori comunali, alcune manifestazioni, costate fior di quattrini, affidate ad associazioni facenti capo ad amici e a rappresentanti di delicate istituzioni.

Il Partito Democratico chiama tutti i cittadini ad una seria riflessione ed alla mobilitazione in quanto tale stato di cose non è più tollerabile, per cui ritiene che non sia più possibile mantenere la Città in questo stato di cose e invita il Sindaco ad un atto di dignità: rassegnare le dimissioni.