Sant’Angelo Muxaro, trovato cadavere carbonizzato

Il cadavere di un uomo, carbonizzato, è stato ritrovato, pochi minuti prima delle 22,30, lungo la strada statale 118 che collega Raffadali con Cianciana, in territorio di Sant’Angelo Muxaro. I resti, irriconoscibili, si trovavano sull’asfalto, ai piedi di una autovettura, una Fiat Uno, sembrerebbe di colore bianco, anch’essa completamente devastata dalle fiamme. Sul posto, per ore, hanno lavorato i carabinieri delle compagnie di Agrigento e Canicattì, per cercare di identificare la vittima e capire cosa è accaduto.

E’ di Filippo Costanza, 65 anni, pensionato, celibe di Raffadali, il cadavere dell’uomo, completamente carbonizzato, che è stato ritrovato lungo la strada statale 118. I resti si trovano a pochi metri di distanza dall’autovettura, Fiat Uno bianca anch’essa completamente devastata dalle fiamme. Una delle ipotesi al vaglio dei carabinieri delle compagnie Canicattì e di Agrigento e di quelli del reparto operativo, tutti coordinati dal sostituto procuratore Santo Fornasier, è che l’anziano abbia tentato di scappare, non riuscendovi immediatamente, non appena si è accorto che l’auto aveva preso fuoco. La salma è stata identificata, durante la notte, dai nipoti. L’autopsia, che dovrebbe essere effettuata nelle prossime ore, chiarirà, con precisione, cosa sia accaduto.