Immigrazione, il 1° marzo “Una giornata senza di noi”

Lunedì 1° Marzo 2010 anche Agrigento aderirà all’iniziativa “Primo marzo 2010. Una giornata senza di noi”, una grande manifestazione non violenta per far capire all’opinione pubblica italiana quanto sia determinante l’apporto dei migranti alla tenuta e al funzionamento della nostra società.

Questo movimento si collega e si ispira al movimento che in Francia sta organizzando uno sciopero degli immigrati per il 1 marzo 2010.

Il colore di riferimento di “Primo marzo 2010” è il giallo, colore scelto perché considerato il colore del cambiamento e per la sua neutralità politica: il giallo non rimanda infatti ad alcuno schieramento in particolare.

Il Coordinamento Immigrazione di Agrigento, promosso dalla Caritas Diocesana e che riunisce diverse realtà operanti nel sociale ed in difesa dei migranti, aderisce all’iniziativa.

Il programma dell’iniziativa sarà il seguente:

Sabato 27 febbraio 2010: dalle 17 alle 20, a P.ta di Ponte – Via Atenea, sarà allestito un gazebo informativo in cui saranno distribuiti dei nastrini gialli che andranno indossati il 1° marzo in segno di adesione all’iniziativa.

Domenica 28 febbraio 2010: dalle 10 alle 13, in Piazza Cavour, sarà allestito un Gazebo informativo in cui sarà promossa l’iniziativa del 1° marzo e si inviterà la cittadinanza ad uno sciopero dei consumi.

Lunedì 1 marzo 2010, dalle 19 alle 21.30, a P.ta di Ponte – Via Atenea: “Primo marzo 2010. Una giornata senza di noi”.

Alle ore 19 è previsto il raduno dei partecipanti.

Nel corso della serata è prevista la proiezione del film/documentario “Terre estreme”, le testimonianze di alcuni immigrati, la lettura di poesie sul tema.

Sono invitati, oltre a tutti gli enti che in provincia di Agrigento si occupano di immigrati e agli immigrati della provincia, anche tutti quanti intendano manifestare la propria solidarietà con chi sfugge dalla propria terra per sottrarsi a privazioni e violenze.