Sindacati e Confindustria: “I parlamentari lavorino uniti per l’aeroporto”

I rappresentanti di CONFINDUSTRIA, CGIL,CISL E UIL, sono intervenuti in relazione alle comunicazioni ed alle determinazioni del Presidente D’Orsi “rivolgendo un invito alla deputazione che ora più che mai è chiamata a fare valore attorno all’aereoporto che non è di centro, di destra o di sinistra”.

“I deputati con l’impegno che li caratterizza devono fare di tutto per continuare a sostenere le iniziative della Provincia Regionale di Agrigento e del suo Presidente D’Orsi al quale và riconosciuto l’impegno e la determinazione a sostegno dell’iniziativa” dicono Catanzaro, Lo Bello, Bernava e Broccio che hanno continuato a segnalare che l’impegno di Fontana prima e di D’Orsi ora si scontra con un sistema che continua a far rimanere la nostra realtà priva dell’aeroporto.

I rappresentanti delle parti sociali hanno altresì dichiarato che la vicenda aeroporto dopo anni di attese e del suo spostamento da Racalmuto a Licata pur di essere avviato a realizzazione deve far riflettere i deputati che sono chiamati ad agire sapendo di avere davanti ad essi non il solo valore oggettivo dell’aeroporto ma la fiducia di cittadini ed imprese verso le istituzioni .

“E’ auspicabile- hanno  concluso – che il Presidente d’Orsi possa operare in un fattivo contesto nel quale il congiunto e unitario agire della deputazione ci aiuti a conoscere, una volta per tutte, se la nostra provincia conserva pari dignità rispetto ad altre realtà italiane (almeno per l’aeroporto) sapendo che per le famiglie i lavoratori e gli imprenditori l’aeroporto rappresenta un’infrastruttura che serve al rilancio di una provincia che nella vocazione turistica, anche per il tramite dei suoi attori istituzionali, ha sempre creduto: pertanto occorre concretamente realizzarlo”.