Scioglimento Ato Idrico, Di Prima: “Si torni all’acqua pubblica”

II consigliere provinciale del PD  Ezio Di Prima interviene sul punto all’o.d.g. dell’odierna seduta del Consiglio Provinciale di Agrigento, riguardante il dibattito sullo scioglimento dell’Ato idrico e l’eventuale rescissione del contratto con il gestore Girgenti Acque.

“Avevo già presentato un’interrogazione sui tanti disservizi emersi in questi anni di gestione privata del servizio idrico e lo stesso Presidente D’Orsi si è espresso più volte negativamente” – dice Di Prima.

“Oramai la consapevolezza della necessità di tornare all’acqua pubblica è divenuta quasi unanime. Come non ricordare le battaglie portate avanti dai Sindaci della nostra provincia per tornare all’acqua pubblica, battaglie condivise da tutti i cittadini.

Se il dibattito si concluderà con la decisione di tornare all’acqua pubblica, cosa che appare scontata, non si farà altro che andare incontro ad una diffusa e generalizzata volontà popolare.

Piuttosto voglio far notare che mentre oggi i Consiglieri Provinciali di Agrigento si interrogano e discutono sulla possibilità di un ritorno alla gestione pubblica dell’acqua, proprio qualche settimana fa il Parlamento dei “nominati” aveva votato favorevolmente a maggioranza per la gestione privata dei servizi pubblici e dunque anche del servizio idrico e dell’acqua.

Questo è il segno evidente della lontananza che esiste ormai tra i deputati e i senatori “nominati” dalle segreterie dei partiti e i cittadini e di contro la vicinanza tra gli “eletti” nei vari consigli comunali e provinciali che sono divenuti i veri rappresentanti del popolo. Sono loro che rappresentano la volontà popolare portandone avanti le istanze e non i parlamentari “nominati” che rispondono solo a se stessi e alle segreterie dei partiti” conclude Di Prima.