Sciacca, sì della Regione al Centro Commerciale Naturale

Il sindaco di Sciacca Vito Bono e il vicesindaco e assessore alle Politiche del Commercio e dell’Artigianato Carmelo Brunetto esprimono soddisfazione per l’esito positivo dell’istruttoria riguardante la costituzione del Centro Commerciale Naturale di Sciacca. È stata infatti accolta l’istanza di riconoscimento del Centro Commerciale Naturale “Spazio Centro” inviata dal sindaco Bono e dal  vicesindaco Brunetto all’assessorato regionale alle Attività Produttive. L’assessore regionale Marco Venturi ha emesso il decreto con cui si accredita il sodalizio “Spazio Centro” con conseguente iscrizione nell’elenco dei Centri Commerciali Naturali.
Nel decreto assessoriale numero 153 del 9 febbraio 2010, che sarà pubblicato in Gazzetta Ufficiale, si prende atto che “dalla documentazione prodotta dal sindaco del Comune di Sciacca si evince la conformità della stessa alle disposizioni contenute nel decreto assessoriale numero 951 del 2009 e successive integrazioni” con il quale sono state impartite le norme di attuazione delle disposizioni contenute nella legge 10 del 2005. Al consorzio Centro Commerciale Narturale “Spazio Centro” è stato assegnato un codice di accreditamento che dovrà essere utilizzato in tutte le comunicazioni con la Regione Siciliana.
Il sindaco Vito Bono e il vicesindaco e assessore alle Politiche del Commercio Carmelo Brunetto evidenziano l’importanza dell’iniziativa che, ispirandosi alla legge che ha istituito i Centri Commerciali Naturali, intende “migliorare la fruibilità turistica nel territorio siciliano ed in particolare promuovere l’immagine e l’accessibilità dei centri storici e negli ambiti urbani a vocazione turistica”.
L’Assessore regionale per la Cooperazione, il Commercio, l’Artigianato e la Pesca, su proposta del sindaco interessato, promuove in Sicilia tramite i comuni la costituzione e l’attività dei centri commerciali naturali. I centri commerciali naturali, che possono usufruire di incentivi di carattere economico, sono l’insieme di attività terziarie private fra loro vicine e comunque ricadenti in un ambito urbano definito che, agendo in rete come soggetti di un’offerta commerciale integrata, hanno lo scopo di riqualificare l’immagine e migliorare la vivibilità urbana negli spazi in cui opera, accrescere le capacità attrattive delle attività che ne fanno parte; migliorare il servizio offerto ai consumatori ed ai turisti.