Saeva denuncia il grave stato di abbandono del Villaggio Mosé

ennio_saeva“La frazione del Villaggio Mosè ha avuto negli ultimi anni una crescita esponenziale per quanto riguarda i nuovi insediamenti abitativi e commerciali divenendo di fatto un centro di snodo nevralgico per l’intera città di Agrigento” dice Saeva.

“A fronte dei numerosi nuovi insediamenti abitativi e commerciali che in questi anni sono sorti in quella zona – prosegue – non sono state compiutamente realizzate da parte del Comune di Agrigento tutte le opere di urbanizzazione primarie e secondarie necessarie e a servizio dei nuovi insediamenti creando notevoli disagi e pericoli per i residenti.

Pur rappresentando, per le strutture turistico-alberghiere presenti, il cuore di quella che dovrebbe essere una città a vocazione turistica, la frazione del Villaggio Mosè presenta una viabilità congestionata con disagi notevoli per il transito veicolare ed un totale stato di incuria ed abbandono per le aree pedonali ormai divenute fatiscenti.

Il gestore del servizio di trasporto pubblico urbano violando palesemente la convenzione stipulata con il Comune di Agrigento non ha ancora predisposto nei punti di fermata le pensilline necessarie e le tabelle degli orari.

Per quali motivi gli oneri di urbanizzazione primaria e secondaria versati al Comune di Agrigento sono stati spesi per altro, lasciando enormi disagi ed opere incompiute?” si chiede Saeva.

“Ed ancora per quali motivi, visto il sistema carente di collegamenti con il sistema di trasporto pubblico, il Comune di Agrigento non ha sollecitato il gestore del servizio (T.U.A.) ha realizzare in quella zona le opere previste e ad oggi non realizzate.

L’Amministrazione deve dare urgenti risposte” conclude Saeva.