Aeroporto, il circolo “Agrigento Libera” solidale con D’Orsi

Il Circolo Tematico del Movimento per le Autonomie “Agrigento Libera” a seguito delle recenti prese di posizione in riferimento al problema aeroporto del Presidente della Provincia Regionale di Agrigento, Eugenio D’Orsi, esprime sostegno e vicinanza.

Non possiamo che sostenere fortemente il Presidente D’Orsi – afferma il Presidente del Circolo Francescochristian Schembri – sui contenuti e sulla forma di protesta che in questi giorni lo vede in primo piano per la realizzazione dell’aeroporto ad Agrigento.

È arrivata l’ora di mobilitarci tutti – continua Schembri – affinché ci sia una reale presa di coscienza dell’intero popolo, che la politica deve compiere e assumersi le proprie responsabilità.

Quelle responsabilità che il Presidente D’Orsi si sta assumendo e che sta, con tutte le forze a disposizione, portando avanti per il bene comune. Oggi più che mai questa protesta deve vedere partecipi tutti gli agrigentini che hanno a cuore la propria terra e che sono stanchi di un sistema “politico-mafioso” e clientelare che vede solo portare avanti gli interessi di qualcuno.

Resto attonito – dichiara Schembri – di come nessuno si lamenti del fatto che la maggioranza della deputazione nazionale e regionale, eletta grazie al popolo agrigentino, sia ASSENTE alle richieste e alla volontà di un riscatto sociale ed economico che passa attraverso la realizzazione di un’importante opera infrastrutturale quale l’aeroporto. Mi chiedo dove sia il futuro successore di Berlusconi, il Ministro Angelino Alfano, che sicuramente preso dagli importanti impegni istituzionali relega la sua città e i suoi bisogni in un piano secondario.

Chi ha associato il Presidente D’Orsi alle scelte dell’imprenditore agrigentino Moncada (che si è dimesso da Confidustria senza protestare), voglio dire – aggiunge Schembri – che la differenza è sostanziale e non lascia trasparire quello che è la volontà della classe politica che affianca D’Orsi di volere cambiare e stravolgere quelle logiche che fino ad ora hanno primeggiato; si ricorda che il Presidente D’Orsi nel suo ruolo istituzionale fa gli interessi della collettività, mentre l’imprenditore succitato promuove interessi tornacontistici.

All’uopo – conclude Schembri – mi ritengo personalmente disponibile ad avallare qualsiasi azione politica e/o di protesta che il Presidente D’Orsi vorrà mettere in atto per ottenere quello che Agrigento e gli agrigentini reclamano a gran voce.