Prima giornata di protesta. Attestati di solidarietà al Presidente D’Orsi

Prime 24 ore di permanenza nella “tenda” del Presidente della Provincia Regionale di Agrigento, Eugenio D’Orsi, issata in una delle villette di piazza Aldo Moro adiacente il palazzo dell’Ente.

Numerose sono state nella giornata di ieri le attestazioni di solidarietà da parte di comuni cittadini che hanno voluto manifestare al Capo della Provincia, la propria solidarietà per la battaglia di giustizia sociale che D’Orsi ha messo in atto.

Qualcuno, addirittura, ha manifestato al Presidente la possibilità di indire una giornata di sciopero generale di tutti gli esercenti pubblici, quale segno di protesta di tutta la città.

“Non mi sento un don Chisciotte che combatte contro i mulini a vento. Voglio solo che la nostra classe politica dopo quasi 40 anni, esca allo scoperto e dica finalmente alla popolazione agrigentina quale è la sua posizione nei confronti di un aeroporto promesso da 40 anni e mai realizzato nonostante questa provincia avesse espresso in passato ministri e sottosegretari nei vari Governi della Repubblica. Oggi è venuto il momento di dire la verità su questa telenovela. Abbiamo messo in atto tutte le indicazioni dell’Enac e nonostante il nostro progetto ha i crismi della fattibilità si continua a porre ostacoli. E’ venuto il momento di dire basta alla politica del bisogno. La popolazione di questa Provincia ha il diritto di sapere da che parte sta la classe politica che la rappresenta”.