Ato Idrico e i disservizi di Girgenti Acque. Sarà proposta una commissione di inchiesta

carmelo_dangeloIl Consiglio Provinciale di Agrigento ha calendarizzato per martedì 23 febbraio la proposta del presidente della Commissione Lavori Pubblici della Provincia di Agrigento, Carmelo D’Angelo, di inserire all’odg il punto sullo scioglimento dell’Ato Idrico e l’eventuale rescissione al gestore Girgenti Acque.

«Proporrò al Consiglio», ha dichiarato il consigliere provinciale «di istituire una commissione di inchiesta sulla gestione integrata dei rifiuti e della acque in Provincia di Agrigento, con l’obiettivo di far emergere in maniera chiara ed evidente che la politica ha commesso un errore nell’affidare ai privati questi servizi, come in maniera esemplare ha raccontato il giornalista Riccardo Iacona su raitre».

«Una commissione» ha continuato D’Angelo «che politicamente potrà approfondire e relazionare sui disservizi, sulle inefficienze e sulla scelta politica sbagliata di affidare a terzi questa attività, con aggravio di costi per il cittadino, senza quegli investimenti previsti e promessi per migliorare il servizio come ipotizzato inizialmente».

«Oltre alla Commissione d’inchiesta» ha concluso il presidente della commissione ll.pp.  «proporrò al Consiglio Provinciale di valutare l’invio alla Commissione Affari generali del testo sulla proposta di legge per la ripubblicizzazione delle acque in Sicilia in modo da poter attivare la procedura, prevista dalla legge, per proporre, come consiglio provinciale, una modifica legislativa all’assemblea regionale siciliana».