“L’Altra Arte” consolida le proprie attività

altra-Artr-001Si consolida ad Agrigento l’esperienza laboratoriale di “L’Altra Arte”, spazio concepito per l’approfondimento dell’arte contemporanea che ha la sua sede in Via Pirandello n.52, luogo affascinante e suggestivo nel cuore della città. L’iniziativa è nata da un’idea di Peppe Cumbo, artista aragonese, Bruno Malappioni, operatore artistico e cinematografico di Roma e Maricetta Lombardo la quale ha recentemente ricevuto il prestigioso Premio “David di Donatello” come migliore fonico di presa diretta per il sonoro del film Gomorra. Il neo-progetto, che ha già assunto una propria identità, offre occasioni di incontro con l’arte nel luogo stesso in cui, quotidianamente, si sperimentano le tecniche e si giunge al compimento della creazione con l’obiettivo di diventare un punto di riferimento e di promozione per l’arte contemporanea all’interno del panorama culturale locale attraverso un rapporto di collaborazione costante e diretto con gli artisti e tutti coloro che desiderino fruire delle arti visive nelle loro varie espressioni estetiche che comprendono pittura, scultura, video e fotografia. “L’Altra Arte”non può quindi considerarsi una mera galleria ma un autentico laboratorio dove l’artista ospitato avrà la possibilità, come tra le pareti del proprio studio, di dedicarsi alla ricerca e di rielaborare i propri pensieri per porli in atto. Un luogo, quindi, di ispirazione rispetto ai colori, alle forme e  alle idee con particolare riferimento, altresì, a fenomeni artistici a carattere estemporaneo come alcune installazioni ed happening, anche con l’ausilio delle nuove tecnologie multimediali utilizzate negli ultimi decenni. Uno stimolo, tra l’altro, per gli artisti locali che li porta a superare le dimensioni materiali del dipinto per adattarsi ad una struttura più complessa che coinvolga l’ambiente e l’osservatore secondo nuovi criteri e rapporti.

Attualmente, e sino al prossimo 21 febbraio, è in corso una mostra d’arte collettiva, visitabile dalle ore 17.00 alle 23.00 nonché la domenica mattina, che propone i lavori degli artisti Rosalia Alaimo, Silvia Andretti, Alessandra Bramante, Chichi Maria Rita, Olga Bruccoleri, Sebastiano Catalano, Elisa Carlisi, Nadia Castronovo, Peppe Cumbo, Lara Feo, Salvatore Lo Dico, Maricetta Lombardo, Giuseppe Lopez, Bruno Melappioni, Carmelo Nicotra, Roberto Pecoraio, Piero Baiamonte, Susy Caramazza, Carlotta Modica Amore, Gioacchino Rinallo, Calogero Risalvato, Giovanni Scifo, Lorena Rizzo, Gaetano Vella e Davide Versaci.   Nell’idea degli organizzatori anche la realizzazione di alternative attività culturali poiché la struttura si presta anche ad accogliere e promuovere eventi di diverso genere quali incontri di poesia e lettura o proiezioni. In proposito già domani sera, venerdì 19 febbraio, dalle ore 21.00 è prevista una serata dedicata alla lettura di poesie con l’artista e scrittrice Margherita Biondo.

Sulla base della propria esperienza e conoscenza gli osservatori potranno  provare a intuire quali siano le motivazioni e gli obiettivi di questi artisti, quali le implicazioni concettuali, se non filosofiche, di tale mutamento  che si propone nella nostra città.

[nggallery id=110]