Licata. Ordinanza urgente a tutela della salute pubblica per potenziale inquinamento della rete idrica cittadina

municipio_licataNella mattinata odierna, a seguito di quanto è emerso ieri nel corso della conferenza di servizio tenutasi presso i locali dell’A.S.P. di Viale XXIV Maggio, con all’oggetto l’emergenza determinata in alcuni quartieri della città dagli eventi atmosferici del 14 febbraio scorso, il Vice Sindaco, Marina Barbera, ha ordinato il campionato e le conseguenti analisi di legge volte a verificare la potabilità e l’utilizzabilità per usi domestici dell’acqua distribuita per mezzo della rete idrica cittadina. A tal fine sono stati incaricati l’A.S.L.  di effettuare le operazioni di cui sopra, con i mezzi propri, e la Girgenti Acque, quale ente gestore della rete di distribuzione idrica in città.

Inoltre, ai residenti della zone ed utenti delle zone direttamente interessate dagli eventi atmosferici di domenica scorsa, ed in particolare dei quartieri Plaia, Fondachello, via Salso e via Marcotto, in via cautelare, viene inibito l’uso, per fini potabili e domestici, dell’acqua che dalla condotta idrica pubblica affluisce nelle utenze private e pubbliche di pertinenza. Tale divieto sarà vigente sino a quando all’esito delle analisi non si sarà aggiunta la certezza della potabilità dell’acqua e della possibilità di utilizzarla per usi domestici.  Inoltre ai residenti ed utenti delle aree sopra indicate, è fatto obbligo di adottare ogni opportuna cautela e attività volta a garantire la salubrità dei recipienti e delle cisterne delle abitazioni e/o degli esercizi pubblici in cui è di solito contenuta l’acqua che arriva dalle rete idrica cittadina.

Per quanto oggettivamente risulterà possibile fare, l’ufficio comunale di protezione civile, è incaricato di comunicare, anche avvalendosi di personale volontario, il contenuto dell’ordinanza in oggetto ai residenti dei quartieri Plaia, Fondachello, via Salso e via Marcotto.

Intanto, l’assessore ai servizi sociali e sanitari, Francesco Rinaldi, ha disposto all’ufficio di protezione civile comunale l’organizzazione di un servizio di fornitura idrica a favore di coloro i quali ne faranno apposita richiesta, al suddetto ufficio, contattandolo mediante il Centro di Segnalazione Emergenze, tramite il numero verde 800.550670. A tal fine si sottolinea che il vigente regolamento comunale che disciplina la materia, prevede le priorità a favore di diversamente abili, persone anziane e poi la rimanente popolazione interessata. Inoltre, lo stesso assessore, ha già investito del problema anche Dirigenti Acque, per potenziare il servizio di fornitura a mezzo di autobotti.