Informazione: Armao, “a marzo conferenza dei media e del libro”

A marzo si terra’ a Palermo la “Conferenza dei media e del libro”. Lo ha annunciato l’assessore regionale per i Beni culturali e l’identita’ siciliana, Gaetano Armao, intervenendo stamattina alla consegna, all’Ordine dei giornalisti della Sicilia, della villa confiscata alla mafia, edificio un tempo covo del boss Toto’ Riina.

“Credo sia giunto il momento – ha sottolineato l’assessore Armao – di fare il punto della situazione sull’informazione nella nostra regione. Vogliamo avviare un dibattito per verificare lo stato di salute dei quotidiani, dei settimanali, dei mensili e, in generale, di tutta la carta stampata dell’isola, compresa l’editoria libraria”.

“Punteremo i riflettori – ha aggiunto Armao – anche sull’informazione televisiva. Con l’obiettivo di rilanciare le produzioni della Rai regionale, che vanno potenziate e non certo ridimensionate. A cominciare da Rai Med. Sara’ anche l’occasione per approfondire, insieme con l’Ordine e con il sindacato dei giornalisti, i temi legati alle emittenti private che operano in Sicilia”.

“Si parlera’ pure dell’informazione radiofonica – ha detto ancora l’assessore – delle agenzie di stampa, dell’informazione che ‘viaggia’ via internet e degli uffici stampa”.

“Una democrazia – ha affermato l’assessore – non puo’ fare a meno di un’informazione libera e pluralista, che in Sicilia diventa fondamentale nella lotta alla mafia. Da qui la necessita’ di raccogliere le idee e le proposte di chi opera nella carta stampata, nelle radio, nelle tv e nell’editoria libraria. Per puntare dritti a una normativa che risponda alle esigenze del settore”.

“E’ noto – ha concluso Armao – che nella nostra regione l’attivita’ editoriale, a tutti i livelli, vive una fase di sofferenza. Cercheremo di capire quali strumenti mettere in atto per rilanciare tutta l’editoria, nella consapevolezza che si tratta di uno straordinario strumento per valorizzare l’identita’ siciliana”.