Casa Albergo per Anziani: Comune e Provincia per il ripristino della struttura

Si aggiunge un ulteriore tassello al progetto di apertura della Casa Albergo per Anziani, grazie all’approvazione da parte del Commissario Straordinario del Comune di Ribera, Sig. Girolamo Ganci, dello schema di protocollo d’intesa da stipulare tra il nostro Comune e la Provincia Regionale di Agrigento che è proprietaria dell’immobile.

Lo schema di protocollo sancisce l’impegno della Provincia di Agrigento e del Comune di Ribera a porre in essere tutte le azioni utili per l’intervento di ripristino, rimessa in funzione e successiva gestione della struttura da destinare a casa albergo e residenza sanitaria assistita per anziani, utilizzando le risorse finanziarie europee disponibili sull’Asse VI, denominato “Sviluppo Urbano Sostenibile”, oltre che sugli altri Assi del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) Sicilia 2007/2013.

A tal fine la Provincia si impegna ad assumersi i principali oneri relativi alla progettazione dell’intervento, in collaborazione con il Comune di Ribera, che avrà il compito di sponsorizzare il finanziamento dell’iniziativa nell’ambito del Piano Integrato di Sviluppo Territoriale promosso dalla coalizione territoriale “Terre Sicane – Sciacca”, della quale fanno sia il Comune di Ribera che l’Ente Provincia. Per concordare le modalità di attuazione dell’intervento è prevista la costituzione di un Tavolo di Regia con i rappresentanti designati dai vertici delle rispettive Amministrazioni ed i funzionari amministrativi e tecnici del settore Ambiente, Pianificazione territoriale e Politiche Comunitarie della Provincia e dello Sportello Unico per le Attività Produttive del Comune di Ribera. L’attività di gestione della Casa di Cura sarà affidata al Comune di Ribera, che dovrà stabilire le forme e le modalità di coinvolgimento dei privati per le attività e i servizi svolti al suo interno.

Il Commissario Straordinario Girolamo Ganci esprime soddisfazione per l’iniziativa portata avanti di concerto con la Provincia Regionale di Agrigento, condividendo pienamente le finalità sociali legate al recupero della struttura di contrada Piana Spito che potrà ospitare almeno 120 anziani provenienti dai diversi paesi del comprensorio, oltre a dare occupazione a circa un centinaio di lavoratori tra medici, infermieri, ausiliari e personale amministrativo.