La solidarietà dei Bambini del Mondo. Oltre 2000 euro per i bambini dell’Etiopia del progetto Nadia Onlus.

bambini_10
Foto di Massimo Macaluso

Si concretizza con un assegno di € 2112,50, l’incasso degli spettacoli al palacongressi, devoluto all’associazione Nadia onlus, la solidarietà dei Bambini del Mondo.

La Nadia Onlus, è un’associazione di volontariato, fondata nel 1996, dal 1997 è inserita nell’albo regionale del volontariato e dal 2000 nell’albo degli Enti autorizzati per lo svolgimento delle pratiche di adozione internazionale. I Bambini del mondo aiuteranno il progetto ETIOPIA – Un futuro per i bambini di strada.

L’assegno è stato consegnato alla responsabile regionale Mariangela Genovese, dal presidente dell’Aifa Claudio Criscenzo. A questa somma si aggiungerà anche il ricavato della raccolta fatta nelle scuole di Agrigento.

“E’ questo il Festival internazionale i Bambini del Mondo – ci dice Giovanni Di Maida, presidente del festival –  un progetto mirato non solo alla diffusione del folclore e delle culture dei paesi partecipanti, ma rivolto anche alla solidarietà, all’importanza di un gesto d’amore, un aiuto in favore di chi soffre”.

Un Palacongressi gremito in ogni ordine di posto ha confermato con ripetuti applausi l’alto valore artistico dei gruppi partecipanti al festival. La serata, condotta da Annalisa e Giuseppe Moscato, ha visto la partecipazione dei  sei i gruppi internazionali che partecipano al festival: Polonia: “Zespol Piesni i Tancak” di Lublin; Spagna: “Queixumes dos Pinos” di Ourense; Georgia: “Aragvi” di Tiblisi; Bulgaria:  “Children Folk Dance Ensamble” di Nessebar; Croazia: “Batorek” proviene da Osijek; Serbia: “Children Folk Saint George”  di Belgrado. Con loro i bambini dei gruppi folkloristici agrigentini  “Gergent”, “Oratorio Don Guanella”, “I piccoli del Val d’Akragas”,  “I picciotti da purtedda”, “Herbessus”.

Il premio per il concorso “Italia, Immagini e Pensieri” della Società Dante Alighieri, riservato ai piccoli ospiti chiamati ad esprimere con un disegno, una frase, un pensiero la loro impressione del soggiorno agrigentino, è stato assegnato a due ragazze della Bulgaria, Elena e Maria, consegnato dal responsabile della Società Dante Alighieri, Paolino Saia.

La variabilità del tempo non ha consentito lo svolgimento della tradizionale sfilata dei gruppi internazionali e di quelli locali, in programma questa mattina.

Suggestiva la “Preghiera dei Popoli per la Pace”. I gruppi si sono incontrati presso la Chiesa della Provvidenza, dove ogni bambino ha pregato nella propria lingua ed in relazione alla propria religione, invocando tutti insieme la Pace nel mondo.