Sport: regolare proroga termine per contributi attivita’ 2010

Il servizio Sport del dipartimento regionale Turismo, sport e spettacolo interviene sulla proroga dei termini, dal 31 gennaio al 31 marzo 2010, per la richiesta dei contributi destinati al potenziamento dell’attivita’ sportiva per la stagione sportiva 2010, previsti dalla legge regionale 16 maggio 1978 n. 8.

“L’avviso – dice il dirigente del servizio, Giuseppe Librizzi – non si ritiene modifichi in maniera sostanziale il decreto dell’11 agosto 2009, visto che si tratta di una semplice estensione del termine previsto, che non restringe la platea dei potenziali destinatari dei benefici, ma che, anzi, la amplia, consentendo alle istituzioni che, per qualsivoglia motivo, non avessero presentato istanza, di poter accedere ai contributi previsti dalla normativa. Elemento, questo, che, dunque, non arreca certo danni al mondo sportivo considerato nel suo complesso”.

Per quanto riguarda l’iter procedurale relativo all’avviso pubblicato, “e’ semplicemente la formula piu’ sbrigativa – aggiunge Librizzi – per rendere nota la fissazione del termine di scadenza delle istanze non piu’ al 31 gennaio, ma al 31 marzo: fissazione del termine che, modificando una precedente regola stabilita dal Dirigente generale, ovviamente, e’ stata decretata con provvedimento del Dirigente generale del 29 gennaio 2010”.

La fissazione del termine a una data successiva a quella iniziale del 31 gennaio consente di escludere che l’eventuale modifica della disciplina costituisca cambiamento delle regole a partita conclusa. “La partita, e’ vero, era iniziata – prosegue – ma le modifiche strutturali e di competenze che hanno investito il dipartimento a seguito del regolamento attuativo della legge regionale n. 19/08 giustificano gli eventuali cambiamenti, tesi ad un miglioramento del sostegno a favore dello sport di base”.

Nessuna modifica all’impianto regolamentare previsto dal predetto decreto e’ stata ancora formalizzata.

“E’ vero – prosegue Librizzi – che esiste una direttiva dell’assessore Strano – atto interno non ancora produttivo di alcuna efficacia esterna all’amministrazione – indirizzata al dipartimento, che vorrebbe introdurre delle modifiche sostanziali alla normazione di secondo grado in materia di contributi a sostegno dell’attivita’ sportiva, e, peraltro, certamente in un’ottica di miglioramento delle attuali condizioni in favore delle societa’ sportive”.

Modifica che e’, ovviamente, da sottoporre al parere del Comitato per la Programmazione Sportiva, la cui convocazione, a seguito delle difficolta’ legate alla rinnovata composizione, necessaria a causa della scadenza intervenuta nello scorso mese di novembre, e’ imminente.