Medici, ad Agrigento i lavori del Comitato Centrale della federazione degli Ordini dei Medici

sanitaNell’ambito del centenario della costituzione degli Ordini delle Professioni Sanitarie, Agrigento, ospita, per la prima volta, il 12 febbraio 2010, i lavori del Comitato Centrale della Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri, il più autorevole organo di controllo ed indirizzo nazionale della professione.

Il comitato Centrale oltre a discutere i vari punti all’Ordine del Giorno  che affrontano tematiche di cogente interesse nazionale terrà un work shop il 13 febbraio nella suggestiva sede del Palazzo dei Filippini, cortesemente concesso in uso da parte del Sindaco di Agrigento, dal quale emergeranno le linee di indirizzo sulla certificazione di invalidità temporanea, affrontate con riguardo alle criticità normative e deontologiche.

Il tema sarà presentato dal dr. Giuseppe Augello, presidente dell’Ordine dei Medici di Agrigento, l’aspetto medico-legale della certificazione sarà analizzato dal prof. Franco Alberton, presidente dell’Ordine dei Medici di Verona, mentre gli aspetti deontologici verranno esposti dal dr. Stefano Falcinelli presidente dell’Ordine dei Medici di Ravenna; il dott Renzo Turatto Capo del Dipartimento Digitalizzazione ed Innovazione Tecnologica del Ministero della Pubblica Amministrazione e l’Innovazione esporrà il punto di vista del Ministero; a seguire il dott. Ruggero Golino Direttore Centrale dell’INPS porterà quello che è il punto di vista dell’Istituto infine il ministero della Salute sarà rappresentato dal dott. Giovanni Leonardi Direttore Generale del Dipartimento Professioni Sanitarie; a chiusura dei lavori trarrà le conclusioni degli interventi e della discussione il Presidente della Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri dr. Amedeo Bianco.

Considerata l’autorevolezza dei partecipanti, Agrigento non può che essere la degna nursery di quelli che saranno i nuovi indirizzi sulla certificazione del nuovo millennio che si confronta con le nuove tecnologie che dovranno essere di sostegno e supporto per la sempre più efficace azione del MEDICO.