Sanità, soddisfazione assistenti sociali per approvazione legge su dirigenza

Gli assistenti sociali della Sanità della Regione esprimono  soddisfazione per l’approvazione della legge che prevede la dirigenza delle professioni sanitarie.

Il provvedimento normativo, nel riconoscere pari dignità tutte le professioni dell’area sanitaria e sociale, costituisce il raggiungimento di un grande traguardo auspicato da tempo dai diversi professionisti coinvolti. Gli assistenti sociali esprimono un plauso al parlamento in considerazione del fatto che primo momento si erano visti esclusi, in assenza di azioni di salvaguardia e tutela da parte dell’Ordine Professionale Regionale. L’esclusione avrebbe  penalizzato una categoria professionale da sempre presente nelle diverse realtà sanitarie che oggi più che mai risulta fortemente impegnata per l’affermazione dei diritti di cittadinanza con particolare riferimento alle fasce più deboli. In Sicilia vi sono circa 5.000 professionisti che operano nelle diverse istituzioni, di cui circa 600 sono inseriti  nelle Aziende Sanitarie Provinciali e nelle Aziende Ospedaliere. Il raggiungimento di tale traguardo trova una categoria dotata di requisiti culturali ed accademici maturati attraverso percorsi universitari finalizzati al raggiungimento della Laurea triennale e Specialistica. Il possesso di quest’ultima, come per altre professioni, consente pertanto l’accesso alle funzioni Dirigenziali.