Ribassi e gare d’appalto, intervento di Sorce (ANCE)

“Nessun Trucco basta fare il 7,3152 e si è aggiudicatari”. Così si esprime il Presidente di ANCE Agrigento e Vice Presidente dei Costruttori Siciliani Giuseppe Sorce.

“Ci si chiede infatti – prosegue il Presidente Sorce – per tutti i lavori posti in gara nella nostra provincia e nella Regione Siciliana, quali sono i lavori aggiudicati con ribassi diversi da quello per la gara del Comune di Porto Empedocle.

Ed allora o è il criterio di aggiudicazione, disposto esclusivamente per la nostra Regione, con apposita normativa, che porta a questo tipo di ribassi, allo stesso numero, tranne piccolissime eccezioni, ovvero c’è il dubbio che esista un accordo a livello nazionale solo per la Regione Siciliana, un “patto scellerato” che induca a tali comportamenti anomali, cosa evidentemente impossibile ed improbabile ai nostri occhi”.

L’ANCE Sicilia è intervenuta presso le sedi competenti, a livello regionale, per modificare la normativa di riferimento sui criteri di aggiudicazione, ed evitare che l’aggiudicazione venga determinata per sorteggio, ma ancora, l’iter legislativo non è iniziato. “E’ necessario da un lato di calmierare il ribasso e dell’altro di ottenere procedure che possano offrire un ventaglio aperto di offerte per l’aggiudicazione, garantendo la massima trasparenza” conclude Sorce.