Premio di Cultura, l’Amministrazione premia gli studenti del “Majorana”

Per venerdì 12 febbraio, alle ore 10.30, nel foyer del teatro “Pirandello”, il sindaco Zambuto e gli assessori comunali alle politiche dell’istruzione Enza Ierna e alla solidarietà sociale Giacomo Daina consegneranno dei riconoscimenti agli studenti della classe IV A dell’anno scolastico 2008/2009 del Liceo scientifico “Majorana” di Agrigento classificatisi al primo posto nella ventottesima edizione del concorso nazionale “Premio di cultura”, indetto dalla Società Dante Alighieri avente per tema ”il gioco delle parole perdute, inventate e da inventare: viaggio affascinante dalla memoria delle parole dei classici e dei vocaboli dei ‘nonni’ all’uso delle moderne espressioni, degli sms e dei computer”.

Il concorso è finalizzato alla valorizzazione della lingua e della cultura italiana, attraverso la conoscenza della “Divina Commedia”, è rivolto agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado che propongono letture animate di passi dell’opera del sommo “vate”.

I nostri studenti hanno concorso con il progetto multimediale “Le parole dell’amore” e si sono distinti per creatività ed originalità, e sono stati premiati con una borsa di studio di € 1000,00.

Un prestigioso riconoscimento del lavoro progettuale proposto dagli studenti agrigentini che, pur confermando la “classicità” del testo dantesco, hanno dimostrato l’attualità e la capacità di “parlare” ai giovani di oggi.

Pertanto l’Amministrazione Comunale con questa iniziativa premiale intende dare risalto e visibilità ai giovani che danno lustro e prestigio alla città tutta.

Per l’occasione sarà consegnata anche una targa alla dottoressa Manuela Cumbo, prima classificata al concorso nazionale bandito dall’Unione degli Assessorati alle politiche sociali, che le ha consentito di partecipare ad uno stage di formazione con lodevoli risultati, presso le istituzioni europee di Bruxelles.