Nucleare, via libera dal governo. Entro tre mesi i siti

Il Consiglio dei ministri ha dato il via libera definitivo al decreto legislativo sui criteri per la localizzazione delle centrali nucleari e le compensazioni alle popolazioni che ospiteranno gli impianti.

Lo si apprende da fonti ministeriali.

Il decreto aveva ricevuto un primo via libera lo scorso 22 dicembre dal Consiglio dei ministri. Nel testo viene disciplinato anche lo smaltimento dei rifiuti radiottivi.

Ieri ha ricevuto invece il via libera anche delle commissioni parlamentari competenti e ha registrato il parere positivo anche del Consiglio di Stato sebbene con osservazioni recepite nel decreto approvato dall’esecutivo.

Adesso si dovrà attendere il parere della Conferenza Unificata che il governo acquisirà in un momento successivo essendosi avvalso della decretazione di urgenza, che consente la consultazione successiva della Conferenza.

Entro tre mesi dall’entrata in vigore della legge, il governo dovrà adottare la «Strategia nucleare», un documento programmatico quanti impianti verranno realizzati, la relativa potenza complessiva ed i tempi attesi di costruzione e di messa in esercizio degli stessi.