Il giorno del Ricordo, corteo a Palermo

Domani 10 febbraio ricorre la giornata del ricordo dei martiri delle foibe, e come ogni anno da quando questo evento è stato istituzionalizzato il movimento giovanile del popolo delle libertà “Giovane Italia” si adopererà, partecipando ad un corteo che si terrà a Palermo, affinchè non si dimentichi questa triste pagina della storia d’Italia.

Il presidente del movimento Marcello Fattori ricorda che “almeno 10.000 persone, negli anni drammatici a cavallo del 1945, sono state torturate e uccise a Trieste e nell’Istria controllata dai partigiani comunisti jugoslavi di Tito. E, in gran parte, vennero gettate (molte ancora vive) dentro le voragini naturali disseminate sull’altipiano del Carso, le cosiddette “foibe”.

L’occupazione jugoslava, che a Trieste durò quarantacinque giorni, fu causa anche delle deportazioni nei campi di concentramento di popolazioni inermi, accusate di essere anticomunisti e italiani.

In Istria, a Fiume e in Dalmazia, invece, questa repressione jugoslava costrinse oltre 300 mila persone ad abbandonare le loro case per fuggire dai massacri e poter mantenere la propria identità italiana”.