Regione, edilizia residenziale. Aggiornate quote alloggi

Sara’ aumentato il limite massimo dell’intervento della Regione, a favore delle imprese e cooperative edili che intendono costruire alloggi, che passera’ da circa 72mila (quota fissata con il decreto nel 2000, per alloggio di 95 metri quadrati) a poco piu’ di 93mila euro. La Regione si fara’ carico del pagamento degli interessi dei mutui contratti dagli imprenditori con le banche.

L’assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilita’, Luigi Gentile, ha gia’ incaricato il dirigente generale, Vincenzo Falgares, di aggiornare la quota d’intervento nell’ambito del settore dell’edilizia residenziale pubblica.

“Un aggiornamento che arriva dopo dieci anni – ha detto l’assessore Gentile – e che portera’ seri vantaggi al settore edile. La quota fissata nel 2000 non e’ piu’ adeguata alle esigenze attuali, i problemi legati alle politiche edili sono il nodo cruciale dell’assessorato alle Infrastrutture che il governo regionale intende monitorare con la massima attenzione”.