Scioglimento Ato Idrico, il consiglio approva la proposta di D’Angelo

carmelo_dangeloIl Consiglio Provinciale approva all’unanimità la proposta di Carmelo D’Angelo per discutere sullo scioglimento dell‘Ato Idrico e i disservizi di Girgenti Acque

Il Consiglio Provinciale di Agrigento, nella seduta del due febbraio, ha approvato la proposta del presidente della Commissione Lavori Pubblici della Provincia di Agrigento, Carmelo D’Angelo, che in apertura dei lavori ha chiesto al presidente del Consiglio Provinciale di mettere ai voti l’inserimento del punto, al prossimo consiglio provinciale, riguardante lo scioglimento dell’Ato Idrico e l’eventuale rescissione al gestore Girgenti Acque.

«Leggiamo ogni giorno dai giornali», ha motivato il consigliere provinciale «di lamentele di semplici cittadini e di rappresentanti delle istituzioni che non fanno che confermare le nostre titubanze sulla gestione integrata delle acque».

«Anche il Presidente della provincia» ha continuato D’Angelo «ha parlato della possibilità di avviare il procedimento di revoca al gestore dell’Ato Idrico di Agrigento ed è giusto che il Consiglio Provinciale valuti di attivare una procedura come l’atto di indirizzo votato per l’azienda aeroporto Valle dei Templi».

«Oltre alla discussione in Consiglio Provinciale» ha concluso il presidente della commissione Lavori Pubblici «mi attiverò per chiedere un incontro al governo regionale, in tempi rapidi, al fine di stimolare la procedura di riforma degli Ato che ad oggi hanno creato solamente disservizi e aumento dei costi che gravano notevolmente sui cittadini della provincia di Agrigento».