Nuovo grande colpo della New Turbomark: Giuseppe Patti

rallyMentre sta per entrare nel vivo la stagione 2010 la scuderia messinese mette a segno un altro importantissimo colpo di mercato: il forte pilota agrigentino Giuseppe Patti navigato dall’ottimo ed affidabile Massimo Cambria. I due driver siciliani quest’anno puntano molto in alto, infatti, prenderanno parte al campionato nazionale denominato TRA (Trofeo Rally Asfalto), che toccherà quasi tutte le regioni italiane.

Il battesimo con i motori risale al Rally Mediterraneo del 2001 con una Opel Corsa Gsi 1600 e nello stesso anno, sempre con la stessa auto, si incomincia a far notare, ottiene un nobilissimo 2° di classe.

Nel 2002 passa ad una vettura più potente, una Clio Gruppo A, preparata da Munaretto, dove al Rally del Mediterraneo ottiene una prestigiosa seconda piazza, sempre nello stesso anno 5° al Rally Fabaria con una Mithbushi vincendo anche 2 prove speciali.

Il 2003 è un anno pieno di soddisfazioni 2° assoluto al Rally Mito, 1° assoluto Rally Mediterraneo con Clio gruppo A e 2° assoluto Rally Fabaria con la Evo VII e per questo, dopo diversi risultati e tante soddisfazioni, possiamo definire Giuseppe Patti,ormai, un veterano della disciplina.

Nel 2004 dopo un 2° assoluto Rally del Tirreno, purtroppo sono mesi che la dea bendata abbandona il nostro driver agrigentino.

Nel 2005  avviene ,al Rally Conca d’oro, il sodalizio con Massimo Cambria, uno dei navigatori siciliani più apprezzati  del panorama nazionale del mondo dei rally; si sono seduti accanto a Giuseppe anche MariaRita Petruzzella, Claudio Bosco e Maurizio Messina.

Nel 2006 arriva un importante riconoscimento nazionale Patti vince il TRA gruppo N con Mithbushi.

Nel 2008 Rally Fabaria 3° assoluto e nel 2009 Rally Costa Saracena 3° assoluto e di nuovo rally Fabaria 2° assoluto con una bellissima Fiat Punto preparata dalla TurboCar.

Grazie all’apporto della Ortes di Catania e della Iperc s.r.l.  di Favara il driver di Favara si accinge a preparare  una stagione ad altissimo livello nel TRA.

Il Presidente e gli organi direttivi danno il benvenuto al nuovo driver.