Ancora un cannone borbonico recuperato per il Museo Regionale del Mare

foto-cannone-014Prosegue l’opera di recupero della memoria storica della cittadina marinara voluta in particolare modo dal sindaco, Calogero Firetto.

Un altro cannone borbonico è stato recentemente “sottratto” dalla sua insolita funzione di bitta per l’ancoraggio delle navi, presso il molo di Porto Empedocle e sottoposto ad azione di recupero. Ora verrà aggiunto alla collezione di cannoni precedentemente rinvenuti e già restaurati, che attualmente sono collocati in varie zone della città, in particolare di fronte e nell’atrio del Palazzo Civico.

Quest’ultimo cannone, dopo il restauro, è stato temporaneamente collocato presso l’atrio della sede della Polizia Municipale, in via Lincoln. Ma presto troverà definitiva e naturale sede, all’interno della Torre di Carlo V così com’era in origine. Verrà, infatti, allestita un’apposita sala denominata “sala cannoniera”, che contribuirà ad arricchire il progetto portato avanti dal Comune di Porto Empedocle di trasformazione della Torre borbonica nel primo “Museo Regionale del Mare”.