Approvato il nuovo regolamento sul Funzionamento del Consiglio Comunale. Soddisfatto De Francisci

defrancisciIl Consigliere Comunale Giuseppe De Francisci presidente del Gruppo Consiliare del Movimento per L’Autonomia, ha presentato il nuovo Regolamento sul Funzionamento del Consiglio Comunale, approvato nella seduta d’aula del 9 dicembre scorso, che va a sostituire il vecchio regolamento del 1997, dichiarando:  “Ritengo che oggi, in questo momento economico difficile, per poter iniziare un cammino di riforme che possano poi portare benessere alla città e ai cittadini, urge che il Consiglio Comunale si appropri del proprio ruolo al quale la legge lo destina, ovvero creare Norme per il territorio e controllare attentamente l’attività dell’Amministrazione attiva che governa (o almeno cosi dovrebbe fare) la città, tutto il resto sono chiacchiere da bar che stancano la cittadinanza.

L’importante strumento, che si differenzia dal vecchio per la precisazione e l’aggiunta di numerosi istituti che vanno a migliorare ed innalzare qualitativamente il funzionamento dell’assise cittadina, creando di conseguenza benefici alla cittadinanza in termini di trasparenza e garanzia nei lavori d’aula e quindi certezza del diritto applicato al territorio.

In riferimento, poi,  alle inutili polemiche che nei giorni addietro il Consigliere Arnone ha mosso a mio carico e contro il nuovo Regolamento ritengo di potere affermare serenamente di avere fatto sfogare il collega che sicuramente ormai è frustrato per non avere più un partito e si muove come una scheggia impazzita cercando di ingraziarsi il Sindaco Zambuto per ottenere qualche poltrona e/o benevolenza politica, poi nello specifico per ciò che riguarda l’emendamento sul  “Voto Segreto” lo difendo e lo ritengo tutt’ora molto importante per la libertà della libera iniziativa di un consigliere comunale, che nell’esercizio delle sue funzioni, può in determinati argomenti, subire ritorsioni e/o condizionamenti da parte di soggetti esterni, e gli ultimi 20 anni di storia agrigentina lo dimostrano e lo confermano; la scelta del ritiro è stata ESCLUSIVAMENTE una scelta Politica al fine di evitare spaccature all’interno dei gruppi consiliari; Per quando riguarda l’altro emendamento, ovvero la regolamentazione del “Numero Legale”, è stato approvato all’unanimità dei presenti ergo ogni commento appare superfluo, per la prima volta nella storia del Funzionamento del Consiglio Comunale viene inserita la verifica del numero legale al fine di evitare inutili esibizionismi da parte di alcuni e al fine di far esprimere inutilmente i Gruppi Consiliari nelle dichiarazioni di voto senza che il Consiglio sia legalmente costituito, fatemi concludere la vicenda con una battuta rivolta ad Arnone riprendendo la stessa che mi fece da una nota emittente televisiva, << considerato che non soffro di ritenzione idrica posso tranquillamente mangiare pane un po’ più salato, e naturalmente digerirlo con tutti gli atti fisiologici consequenziali>>.

Il consigliere De Francisci inoltre durante la conferenza stampa esterna un elogio alla stampa e precisamente: “Consentitemi inoltre di fare un elogio a tutti voi, perchè mi sono reso conto, che il lavoro che svolgete risulta essere di estrema importanza in quanto siete occhi e orecchie per i cittadini, e con il vostro lavoro riuscite a portare la realtà oggettiva, delle scelte che si fanno all’interno dei palazzi istituzionali, alla gente, vi prego di continuare con forza e coraggio senza condizionamento alcuno”.