Ruvolo: con la Finanziaria Governo scippa fondi al sud per l’agricoltura

agricoltura“Con questa Finanziaria il Governo scippa all’agricoltura del Mezzogiorno le ultime briciole rimaste sul tavolo. Dirottando oltre la metà delle risorse destinate al settore cerealicolo al Fondo di Solidarietà nazionale, attraverso l’articolo 68 e la Ocm vitivinicola, l’Esecutivo a trazione leghista ha infatti assestato un altro colpo mortale alle speranze di ripresa di un comparto fondamentale per l’economia del Sud. E’ noto che la stragrande maggioranza delle aziende impegnate nel settore cerealicolo sono meridionali. Ha voglia poi il ministro Zaia di tirar fuori le solite scuse, perché non ci sono”. Lo dichiara il capogruppo dell’Unione di Centro in Commissione Agricoltura della Camera, Giuseppe Ruvolo, vice segretario regionale Udc della Sicilia.

“Il Governo – sottolinea l’esponente centrista – ha escluso dalla manovra capitoli di fondamentale importanza per gli agricoltori. Basti pensare alla proroga degli sgravi contributivi e previdenziali per le aree svantaggiate e le agevolazioni sui carburanti. Il maxiemendamento presentato in Commissione è solo un provvedimento di bandiera e nulla più, del tutto insufficiente di fronte a uno stato di crisi evidente e conclamato di fatto.

Nessun intervento concreto, nessuna azione straordinaria. L’unica intenzione dell’Esecutivo all’orizzonte è quella di porre la fiducia a questa Finanziaria inutile rispetto alle esigenze reclamate ovunque dalle associazioni di categoria attraverso scioperi e manifestazioni di protesta in tutte le piazze d’Italia. Lavarsi così le mani di tutti i problemi dell’agricoltura. Non prima però di aver messo mano sulle ultime risorse per l’agricoltura del Sud rimaste”.