L’UCIIM agrigentina presenta il nuovo Direttivo

Domenica 13 dicembre, alle ore 18.00, presso il Centro “Comunità Cristiana nel mondo”, sito in via Gozzo n.2 (traversa della via Atenea) e sede della Sezione UCIIM di Agrigento, avrà luogo un incontro nel corso del quale si procederà all’inaugurazione dell’anno UCIIM e sarà presentato il nuovo Direttivo. La sigla, che fino all’anno 2000 era acronimo di Unione Cattolica Italiana Insegnanti Medi, dopo il Congresso Nazionale del  dicembre 2000 è divenuta UCIIM e rappresenta una associazione professionale cattolica di dirigenti, docenti e formatori della scuola e della formazione professionale e dell’educazione permanente. L’evento sarà introdotto dalla Prof.ssa Mimma Cammarata, neo Presidente della Sezione Agrigentina, la quale illustrerà gli obiettivi e i temi della programmazione annuale che sarà ricca di eventi culturali. Nel corso della manifestazione interverrà il Presidente provinciale dell’UCIIM, Prof. Riccardo Scuderi, appena reduce dal XXIII° Congresso Nazionale dell’UCIIM a cui ha presenziato unitamente alla Vicaria della Sezione agrigentina Prof.ssa Rosalia Cacciatore e ai Delegati Prof.sse Nora Iacolino e Vincenza di Rosa.

L’Associazione (il cui fondatore fu Gesualdo Nosengo, grande umanista e laico impegnato che consacrò la sua vita per la scuola italiana) é senza scopi di lucro, apartitica, autonoma nel suo governo e opera liberamente nell’ambito delle attività professionali. Aderisce alla Consulta della pastorale scolastica della CEI (Conferenza Episcopale Italiana), alla CNAL (Consulta Nazionale delle Aggregazioni Laicali) e alle altre iniziative di cooperazione, sul piano formativo e culturale, anche a livello internazionale. Per la sua natura di associazione professionale di insegnanti, è impegnata a dare la propria collaborazione alle forze cristiane che operano per la promozione del lavoro e della cultura. Profonde il proprio impegno per promuovere ed attuare, in particolare, la formazione spirituale, morale e professionale dei soci in ordine alla loro particolare missione educativa e si impegna nella realizzazione di specifiche iniziative, progetti di formazione e aggiornamento culturale e professionale del personale della scuola italiana statale e non statale nonché programmi di educazione permanente e di formazione dei cittadini preoccupandosi, altresì, di promuovere la partecipazione dei soci alla vita sindacale secondo i principi sociali cristiani.