Reporting dell’ultimo Consiglio Comunale di Castrofilippo

Un Consiglio Comunale sulla sicurezza si è tenuto a Castrofilippo, in seduta straordinaria ed aperta, dopo gli ultimi fatti di microcriminalità che si sono verificati in paese. Il presidente Salvatore Graci si è appellato alla “serenità della gente, un sentimento che va alimentato insieme nella ragione”. I lavori hanno dato l’occasione a tutti i gruppi consiliari di esprimere solidarietà all’ex assessore Rosario Serravillo, destinatario di un’intimidazione, ma sono serviti anche per discutere di quella che il sindaco Salvatore Ippolito ha auspicato come “una nuova politica per i camminanti”, la minoranza seminomade della cittadina, protagonista di altri fatti di cronaca. L’argomento è stato sollevato dal consigliere Giuseppe Arnone. L’opposizione, con i consiglieri Lillo Sferrazza e Aldo Ciccarelli, ha proposto un miglior utilizzo della polizia municipale, con l’aggiornamento delle sue funzioni, ed eventualmente una collaborazione con i cittadini per l’istituzione di ronde. I lavori hanno affrontato all’ordine del giorno anche la questione dell’elettromagnetismo in centro urbano. L’Ufficio Tecnico sta vagliando numerosi regolamenti comunali che vietino l’installazione di antenne di telefonia mobile nel centro abitato, per trarne gli elementi migliori da calare nella realtà castrofilippese. Un contributo a questo primo passo, che mira soprattutto ad annullare la realizzanda stazione radio base in un immobile di via Cavallotti, è dato dal comitato cittadino che si è costituito apposta. La sigla civica ha proposto che nel regolamento si parli di aree zonizzate, perimetrali al Prg, mentre Tonino Lo Brutto della minoranza ha consigliato di prestare attenzione al voltaggio dei campi, da disciplinare nella misura minima il previsto. L’amministrazione comunale non esclude che, dopo una riunione operativa proposta da Lillo Sferrazza, l’atto possa essere approvato in settimana.