Prestigiosi riconoscimenti per Ubaldo Riccobono

ubaldoriccobonoSoddisfazione per il Prof. Ubaldo Riccobono il quale ha appena  ricevuto ampi consensi e prestigiosi riconoscimenti per la sua ultima produzione letteraria dal titolo “Il fuoco e la ragione”. Il libro è infatti risultato vincitore nella sezione relativa alla Saggistica  del Premio Nazionale “Lago Gerundo” 2009 Città di Paullo (Milano) nonché vincitore, ex aequo con il libro “65 anni fa – Lo sbarco degli alleati in Sicilia” del Prof. Gaetano Allotta, nella sezione relativa alla Storia locale del Premio “Alessio di Giovanni” a Cianciana.

Riccobono, tra l’altro, quest’anno ha ricevuto anche un premio editoriale a Terni al Concorso “Gli occhi di dentro” in merito al quale cinque suoi racconti di contenuto sociale  (tratti dalla raccolta inedita “Aspettando Minosse”) sono stati inseriti nella pubblicazione omonima.

Tali gratificazioni sono frutto di un ampio percorso culturale maturato nel tempo.

Dirigente Amministrativo a riposo della Struttura Complessa Azienda Ospedaliera San Giovanni di Dio di Agrigento, già Direttore Amministrativo della medesima, Riccobono non ha tralasciato di coltivare i propri interessi che lo hanno indirizzato anche a svolgere l’attività di giornalista pubblicista (ha scritto per la Gazzetta dello Sport, La Sicilia e  il Giornale di Sicilia) e ad assumere le funzioni di Vice Presidente della Società Agrigentina di Storia Patria (con incarico in Storia letteraria e saggistica, psicologia e sanità) nonché gli incarichi  di Segretario del Lions Club di Agrigento Host nel periodo 2008/2009 e di Consigliere nel periodo 2009/2010.

In qualità di scrittore ha pubblicato il romanzo “Una contrada chiamata Consolida” col quale ha conseguito il terzo premio al concorso internazionale “Mario Soldati” nel 2004 organizzato dal Centro Pannunzio di Torino sotto l’Alto Patrocinio della Presidenza della Repubblica. Nel 2007 è stato insignito del Premio Sikelè  per la saggistica e la critica. Ha presentato e ridotto in volume la commedia “Non si sa come” di Luigi Pirandello (2005). Nel dicembre 2008 Riccobono ha pubblicato il saggio su Pirandello e Sciascia “Il fuoco e la ragione” e la commedia “Pirandello in love” sugli amori di Pirandello.

“Il fuoco e la ragione” doveva essere inizialmente una semplice conferenza su Pirandello e Sciascia, una lezione da tenere agli studenti del Dipartimento di Italianistica dell’Università di Saint Andrews, la più antica di Scozia. Tuttavia, approfondendo alcune tematiche, l’autore ha ritenuto che l’argomento si prestava moltissimo a sviluppare il legame a filo doppio tra l’arte pirandelliana, magmatica ed esplosiva, e la ragione dell’illuminista Sciascia, trattati come padre e figlio. “Sciascia è eccelso, ma non ha il fuoco di Pirandello. – sostiene Riccobono – Egli lo sapeva, ma proprio questo fuoco diede linfa alla forza e alla saggezza del suo ragionamento. Non c’è opera di Sciascia che non abbia un riferimento a Pirandello che è stato il suo terreno di coltura e di cultura … Si tratta di due grandissimi autori, così simili e così diversi, che continuano ad offrirci spunti di riflessione memorabili e a fornirci ampi squarci per renderci effettivo conto della società attuale”.