Canicattì, undici indagati nell’inchiesta sulla neonata morta

ospedale barone lombardoSvolta nell’inchiesta sulla morte della neonata, figlia di una coppia di romeni residente a Camastra, nata il 27 novembre su una sedia dell’ospedale Barone Lombardo di Canicattì e morta sei giorni dopo per una setticemia sviluppatasi dalla cicatrice del cordone ombelicale all’Ospedale dei Bambini di Palermo. La Procura di Agrigento ha iscritto undici medici delle due strutture sanitarie nel registro degli indagati. Il reato ipotizzato è l’omicidio colposo. Ieri l’assessore regionale alla Sanità, Massimo Russo, ha disposto l’invio degli ispettori regionali al Barone Lombardo. Non appena sarà pronto il rapporto con le conclusioni, la Regione lo inoltrerà alla commisione parlamentare d’inchiesta sugli errori sanitari. Domani sarà effettuata l’autopsia sul corpicino di Denisa.