Ravanusa, celebrato il consiglio comunale a Roma

salvatore grifasiLa città di Ravanusa continua la sua forte azione di protesta a sostegno del comparto agricolo locale. Dopo aver celebrato il funerale dell’agricoltura, adesso l’amministrazione comunale si rivolge ai poteri alti della politica. Su iniziativa del presidente del consiglio comunale, Salvatore Grifasi, si è tenuta una seduta aperta e straordinaria a Montecitorio. Massiccia la presenza di Sindaci e amministratori di svariati Comuni del mezzogiorno, non è mancato l’apporto di qualche delegazione politica di Comuni del nord. Unica nota stonata, di una iniziativa pienamente riuscita, l’assenza di politici regionali e nazionali. “Si sono avvicinati soltanto gli onorevoli Angelo Capodicasa e Ferrero – ha detto il sindaco Armando Savarino – forse a causa del fatto che non c’erano lavori d’aula, ma i parlamentari del Sud non si sono visti”. “Al termine del consiglio comunale a Montecitorio – spiega il presidente del consiglio comunale Salvatore Grifasi – è stata approvata una mozione con l’invito al governo Berlusconi a disporre la declaratoria dello stato di crisi socio economica del comparto agricolo e l’inserimento, nel Dpef il documento di programmazione economica e finanziaria, di risorse adeguate per l’adozione di provvedimenti di carattere economico in grado di sostenere gli agricoltori e gli imprenditori colpiti dalla crisi. Questa è l’ennesima iniziativa dell’amministrazione comunale guidata dal sindaco Armando Savarino, per sostenere il comparto agricolo in ginocchio. Già ci sono stati consigli comunali straordinari, sit in di protesta a Palermo e a Roma ed a Ravanusa è stato anche celebrato il funerale dell’agricoltura con una cerimonia officiata dall’arciprete Don Emanuele Casola.