Paci e Lazzano: “Girgenti Acque, ormai la goccia ha fatto traboccare il vaso”

“I continui disservizi, la mancata erogazione del prezioso liquido, le continue rotture di condutture, l’acqua al manganese a Canicatti’, le cartelle pazze con importi stratosferici notificate  ed altre in corso di notifica ai cittadini utenti, il caro contatore, l’approssimazione nella fatturazione e l’inefficienza nell’intero servizio fanno acqua da tutte le parti.

E’ ormai insostenibile tutto ciò, se poi si va ad aggiungere il mancato e tempestivo intervento quando da parte dei  Comuni viene richiesto a seguito di una rottura di parti di condutture che sistematicamente viene effettuato con notevole ritardo, tutto ciò fa pensare come si suppone che un chiarimento con Girgenti acqua vada al più presto effettuato.

Giudichiamo, pertanto, corretta ed opportuna la presa di posizione assunta dal Presidente della Provincia Prof. Eugenio D’Orsi il quale ha convocato urgentemente un’assemblea dell’Ato Idrico nella sua qualità di Presidente, per stabilire comportamenti e modalità che non possano escludere la decisione di arrivare alla risoluzione contrattuale per inadempienza”.

Lo dichiarano il capogruppo del PDL al consiglio provinciale di Agrigento Ivan Paci ed il vice presidente del consiglio provinciale Mario Lazzano.