Bimba morta, commissione parlamentare apre un’inchiesta

La Commissione parlamentare d’inchiesta sugli errori sanitari ha avviato una indagine sulla morte di una neonata rumena D.P., in seguito ad un parto avvenuto all’ospedale Barone Lombardo di Canicattì, in condizioni che sarebbero state del tutto prive di rispetto di elementari regole igienico sanitarie. Il primo passo è stato quello di fare formale richiesta di relazione all’assessore della sanità della regione Sicilia, Massimo Russo.

Leoluca Orlando, Presidente della Commissione, in una nota, spiega: “Ancora un altro caso di decesso in Sicilia, con denunciate macroscopiche responsabilità e carenze di strutture sanitarie, di bambini immigrati e di famiglie in precarie condizioni economiche”. Il parlamentare dell’Idv poi aggiunge: “Un altro caso di denunciata malasanità che provoca la morte di una neonata nella provincia di Agrigento, dopo il decesso, alcune settimane fa, di un bambino rom nella provincia di Messina. Le strutture sanitarie pubbliche non possono essere il luogo di uccisione, e comunque di indifferenza per il diritto alla salute e alla vita, di bambini di famiglie povere e straniere”.