Acqua: Panepinto, consigli comunali avviano iter per ddl popolare all’Ars

“In queste ore decine di consigli comunali in tutta la Sicilia sono riuniti per avviare l’iter di presentazione di un disegno di legge regionale di iniziativa popolare, per chiedere che la gestione del servizio idrico resti pubblica. È una mobilitazione straordinaria e senza precedenti”.  Lo dice Giovanni Panepinto, sindaco di Bivona (Ag) e deputato regionale del PD. Il ddl di iniziativa popolare può essere presentato da almeno 40 consigli comunali che rappresentino una cittadinanza di 400 mila cittadini, o attraverso la raccolta di 10 mila firme.

“Dopo la vicenda delle ‘bollette pazze’ ad Agrigento – aggiunge Panepinto – accogliamo con favore le dichiarazioni del presidente della Provincia Eugenio d’Orsi, che ha detto di voler chiudere il rapporto con la società che gestisce il servizio idrico, la Girgenti acque. Le dichiarazioni di D’Orsi – conclude  – confermano la bontà delle posizioni assunte in questi mesi dalle amministrazioni che si sono rifiutate di consegnare le reti alla Girgenti acque: adesso, però, ci aspettiamo che alle parole del presidente della Provincia, seguano i fatti”.