“Segnali” rende omaggio ad Alda Merini

alda-meriniMartedì 8 dicembre, alle ore 17.30, presso la Biblioteca Comunale “Franco La Rocca” di Agrigento l’Associazione Culturale “Segnali” rende omaggio ad Alda Merini, la poetessa che cantò il dolore degli esclusi. L’incontro di lettura tende a divulgare la produzione della nota poetessa milanese per cogliere il vero significato dei sentimenti e della vita attraverso l’opera di un’artista capace di scavare nelle profondità dell’animo umano.

“L’iniziativa – come specificato dal Presidente di “Segnali” Prof.ssa Teresa Todaro Dell’Aira e dal Presidente onorario Dott. Carmelo Cantone – vuole essere un omaggio alla poetessa degli “esclusi” per evidenziare il suo intenso itinerario di vita fino al recente epilogo conclusosi in un pomeriggio di inizio novembre a seguito di una esistenza difficile connotata da alternanza tra disagio fisico e mentale in un equilibrio precario tra lucidità e follia, inettitudine al vivere e al mondo che, tuttavia, hanno dato forma e sostanza ai suoi componimenti e costituito ristoro per la sua anima. La  poesia della Merini è capace di imprigionare in una breve frase tutta l’armonia e il disincanto del mondo poiché la poesia è il luogo del nulla, il luogo degli incontri. La poesia è la vita che si ha dentro. La stessa autrice proprio attraverso il valore catartico dell’arte poetica si è purificata, si è librata in voli alti in cui irrompe sempre l’universo della memoria. Amava dire “la mia vita è una continua illusione nella bontà degli uomini, una continua ricerca d’amore”. Ed allora, cogliendo il suggerimento di un “poeta che canta e non trova parole”, l’Associazione “Segnali” avverte il bisogno di divulgare i contenuti di tale travaglio interiore per rendere tangibile, oggi più che mai, il valore della bontà e svelare il più profondo significato dell’amore”.
Le poesie saranno lette da Serenella Bianchini, Salvatore Curaba e Giovanna Scarano.

La cittadinanza è invitata a partecipare.