Gemellaggio tra Favara e la rumena Medgidia

Favara e Medgidia, città rumena del distretto di Costanza, si gemellano. Per suggellare il rapporto di amicizia e di collaborazione che si vuole stringere fra le due comunità che guardano all’Europa con speranza e interesse, una nutrita rappresentanza di personalità di Medgidia sarà a Favara dal 7 a1l’11 dicembre prossimi. A fare da apripista è stato Dimitru Mirica, pubblico amministratore della cittadina rumena, venuto a Favara con il progetto di incooming finanziato dalla Regione Siciliana in occasione della Sagra dell’Agnello Pasquale. Il gemellaggio è finanziato dalla comunità europea ed è coordinato dall’Ufficio Europa del Comune. Gli ospiti stranieri, che saranno poco più di 40, tra cui il sindaco, alcuni consiglieri comunali, il direttore generale dell’’ente, imprenditori, studenti e giovani arriveranno nella tarda serata del 7 dicembre. L’’indomani è previsto il giro turistico per Agrigento mentre nel pomeriggio ci sarà l’atteso incontro con la comunità rumena locale.

Mercoledì mattina, 9 dicembre, appuntamento nell’aula consiliare per uno scambio di saluti con le autorità istituzionali locali. Seguirà la visita del Palazzo di Città e del Castello Chiaramonte. Nel pomeriggio seminario e tavolo tecnico con imprenditori locali e imprese di categoria.
Giovedì, 10 dicembre, visita turistica di Favara con giro delle chiese e monumenti della città. Nel pomeriggio cerimonia ufficiale con la firma del protocollo d’intesa e consegna delle targhe  e delle chiavi della città ai graditi ospiti.
Venerdì 11 dicembre,  visita ad alcune aziende locali.
Nel pomeriggio partenza per la Romania “E’ un’iniziativa – dicono il sindaco Mimmo Russello e l’assessore agli  scambi culturali, Carmelo Vitello – che consentirà di far conoscere  alcuni prodotti tipici locali dando opportunità di intessere rapporti  commerciali con i nostri imprenditori. L’appuntamento più emozionante  sarà quello con la comunità rumena a Favara previsto per le ore 17 del giorno dell’Immacolata presso la Chiesa del Rosario con la presenza dell’arciprete don Mimmo Zambito”.
L’amministrazione comunale, per dare la giusta dignità all’evento, invita tutti i cittadini rumeni presenti a Favara a non mancare.

“Sarà un’occasione per allacciare rapporti e reti istuzionali con comunità straniere in ambito europeo – aggiungono 
Russello e Vitello – che, a loro volta, possono favorire la presentazione di progetti comunitari”.